Alcune riflessioni sul rallentamento del commercio internazionale e sul commercio bilaterale Unione Europea-Cina e Italia-Cina

20 04 26

Daniele Langiu,  daniele.langiu@gmail.com

Fabio Sdogati, sdogati@mip.polimi.it

In un recente articolo (aprile 2020), abbiamo analizzato se lo shock sanitario dovuto al Covid-19 avesse ridotto ulteriormente le importazioni statunitensi dalla Cina e se avesse rafforzato il fenomeno di disaccoppiamento come descritto e documentato da Morello e Sdogati (gennaio 2020). Il disaccoppiamento a cui eravamo, e siamo tuttora interessati è quello che passa per la dinamica del saldo commerciale bilaterale tra le esportazioni dei due paesi di interesse. Nell’articolo di aprile abbiamo mostrato che, seppur non si possa stimare con precisione l’intensità degli effetti del Covid-19 sul processo di disaccoppiamento tra USA e Cina, sembra possibile confermare che esso stia contribuendo a far aumentare le importazioni da paesi “simili” alla Cina o che hanno stretto rapporti commerciali con gli Stati Uniti.

Le tensioni commerciali, già in atto durante 2018 e 2019, sembrano aver determinato un rallentamento del commercio di merci ben prima che gli effetti del Covid-19 venissero registrati (Figura 1).

Figura 1

Inoltre, l’Organizzazione Mondiale del Commercio stima che nel 2020 il volume degli scambi globale potrebbe crollare tra il 13% e il 32%.

L’obiettivo di questo articolo è verificare se anche il commercio bilaterale UE-Cina e il commercio bilaterale Italia-Cina stiano rallentando. Oltre a contribuire all’analisi di come stia cambiando il traffico commerciale italiano ed europeo con la Cina, questo articolo potrebbe fornire la base per spunti di riflessione sul ruolo delle strategie commerciali dei paesi nell’accelerare la ripresa economica.

1. L’andamento congiunturale del commercio Italia-Cina

Figura 2 riporta l’andamento delle importazioni italiane dalla Cina e delle esportazioni italiane verso la Cina. Tra dicembre 2019 e gennaio 2020, le importazioni dalla Cina sono aumentate di 1.226 milioni di euro e, tra gennaio e febbraio 2020, sono diminuite di 774 milioni di euro. Tra dicembre 2019 e gennaio 2020, le esportazioni verso la Cina sono diminuite di 389 milioni di euro e, tra gennaio e febbraio 2020, di 91 milioni di euro.

Figura 2

Per provare a valutare gli effetti del Covid-19 sui flussi di commercio Italia-Cina, Figura 3 riporta il valore delle esportazioni, delle importazioni e delle esportazioni nette nei primi due mesi del 2018, 2019 e 2020. Il bimestre 2020 fa registrare un aumento di importazioni ed una riduzione delle esportazioni e delle esportazioni nette sia rispetto allo stesso bimestre del 2019 sia rispetto allo stesso bimestre del 2018.

Figura 3

2. L’andamento congiunturale del commercio Unione Europea-Cina

Anche per l’Unione Europea, si può constatare un andamento di importazioni ed esportazioni da e verso la Cina simile a quello descritto per il commercio Italia-Cina (Figura 4).

Figura 4

Figura 5 mette a confronto il commercio UE-Cina durante il primo bimestre 2018, 2019 e 2020: importazioni ed esportazioni sono in calo rispetto allo stesso bimestre del 2019 ma ancora maggiori rispetto allo stesso bimestre del 2018.

Figura 5

Proviamo ad aggiungere all’analisi anche i flussi commerciali verso la Cina di Germania, Olanda Francia nei primi due bimestri del 2018, 2019 e 2020 (Figura 6). Esportazioni e importazioni della Germania nel primo bimestre 2020 sono minori rispetto al bimestre 2018 e 2019. Mentre, importazioni ed esportazioni francesi mostrano un andamento analogo a quelle italiane. Infine, importazioni ed esportazioni olandesi nel primo bimestre 2020 sono maggiori rispetto allo stesso bimestre 2019.

Figura 6

Sulla base dell’evidenza riportata si possono trarre alcune interessanti considerazioni:

  1. Già durante il 2019 si era registrato un rallentamento del commercio internazionale;
  2. Osservando il commercio Unione Europea-Cina tra gennaio e febbraio 2020, importazioni ed esportazioni dei paesi dell’Unione sono diminuite;
  3. Osservando i principali importatori dell’Unione Europea (a 27 paesi) dalla Cina, nel primo bimestre 2020, solo la Germania ha registrato un calo delle importazioni;
  4. Rispetto al rallentamento delle esportazioni e delle importazioni statunitensi dalla Cina, si registra per l’Unione Europea e l’Italia una maggiore resilienza nel primo bimestre 2020 (non siamo ancora in grado di determinare i motivi alla base di questa maggiore resilienza);
  5. Tra le motivazioni, si potrebbe ipotizzare che ove presenti politiche commerciali restrittive, gli effetti del Covid-19 sul commercio internazionale siano stati amplificati;
  6. Se così fosse, una politica commerciale restrittiva non solo potrebbe essere dannosa nell’acquistare i dispositivi necessari a combattere e mitigare gli effetti del Covid-19 (come mostrato dall’analisi pubblicata dal Peterson Institute for International Economics), ma anche considerando la ripresa economica;
  7. Oltre alla ripresa della domanda di consumi e investimenti, il contesto produttivo delle imprese necessita di una ripresa rapida del commercio internazionale che avrà come ingredienti principali:

a. Politica fiscale espansiva nei paesi colpiti dallo shock e garanzie sui prestiti concessi alle imprese, per la ripresa della domanda privata nazionale ed evitare perdita di capitale produttivo (insolvenza delle imprese);

b. Politica monetaria espansiva per assicurare la liquidità al sistema bancario e supporto al bilancio pubblico per evitare crisi del debito pubblico, che potrebbero mettere in crisi anche i detentori dei titoli governativi;

c. Adozione di una strategia commerciale che favorisca la crescita del commercio internazionale, da cui trarranno beneficio sia la domanda aggregata sia la produttività delle imprese.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s